english MASTER CLASS

PAESAGGI MUSICALI TOSCANI

MASTER CLASS INTERNAZIONALE DI MUSICA ANTICA

 

La Master Class Internazionale di Musica Antica organizzata dal Festival Paesaggi Musicali Toscani, in colla-borazione con Milano Classica, si terrà dal 18 al 27 agosto 2018 a San Quirico d’Orcia presso la prestigiosa sede di Palazzo Chigi.

La Master è rivolta a singoli strumentisti o a gruppi di musica da camera che hanno intenzione di approfondire lo studio del repertorio barocco e classico. I docenti di questa full immersion musicale, che fa tesoro anche degli stimoli offerti dalla bellezza dei luoghi, sono personalità di spicco del mondo della musica antica: Aman-dine Beyer (violino – 18/21 agosto), Manuel Granatiero (traversiere – 18/21 agosto), Marco Ceccato (violoncello – 18/21 agosto), Francesco Corti (clavicembalo – 18/21 agosto – in collaborazione con la Piccola Accademia di Montisi).

Alle lezioni individuali giornaliere che consentono un approfondito studio individuale, si aggiunge la partecipa-zione di ciascun iscritto a gruppi di lavoro creati per il repertorio musicale d'assieme, resi possibili anche dal-la presenza di un clavicembalista accompagnatore, e a gruppi di approfondimento della tecnica Alexander con Aingeala De Búrca.

Quest’anno ai corsi di violino, traversiere, violoncello e clavicembalo, si aggiunge la masterclass di canto rinascimentale di Marco Beasley, che si terrà dal 23 al 27 agosto mattina.

I brani scelti dal docente abbracciano un arco di quasi cent’anni, partendo dai brani frottolistici di maestri co-me Tromboncino e Cara, attraversando la Rappresentazione del Cavalieri, per giungere all’Orfeo e al Combat-timento monteverdiani, momenti centrali della grande arte del teatro in musica.

Uno spazio specifico sarà dedicato a un quotidiano esercizio collettivo per l’esecuzione di brani del repertorio di tradizione orale prevalentemente polifonico. Scopo di questa scelta didattica è lo sviluppo di una personale tecnica vocale (respirazione, emissione del suono, intonazione), che privilegi l’ascolto dell’altro attraverso l’uso di canti di apparente semplicità, felici testimonianze di emozioni e di spessore culturale.

Tutti i partecipanti ai corsi avranno la possibilità di assistere gratuitamente ai concerti del Festival Paesaggi Musicali Toscani, rassegna che riunisce alcuni dei più prestigiosi artisti italiani e stranieri in ambito cameri-stico e barocco.



DOCENTI

Amandine BeyerVIOLINO Amandine Beyer
18-21 agosto

Amandine Beyer è da anni riconosciuta come punto di riferimento dell’interpretazione del repertorio barocco. La sua incisione delle Sonate e Partite di Bach del 2012 ha ricevuto lodi e consensi dalla più prestigiosa critica internazionale, tra cui Diapason d’or de l’année, Choc de Classica de l’année, Editor’s choice de Gramophone, Prix Academie Charles Cros e Excepcional de Scherzo. La Seconda Partita del CD è stata coreografata e danzata da Anne Theresa Keersmaeker e Boris Charmatz.
Amandine Beyer suona regolarmente nelle più importanti sale del mondo (Théatre du Chatelet, Festival de Sablé, Innsbruck Festwochen e Konzerthaus di Vienna…). Divide il proprio tra diverse formazioni, tra cui les Cornets Noirs, i duo con Pierre Hantai, Kristian Bezuidenhout e Laurance Beyer e, naturalmente, l’ensemble da lei stessa fondato: “Gli Incogniti”( le loro incicsioni dedicate alle Quattro Stagioni di Vivaldi e ai Concerti Grossi di Corelli sono state lodate come nuovi punti di massima espressione nell’esecuzione di questo repertorio.)
L’altra grande passione di Amandine è l’insegnamento. Insegna all’ESMAE a Porto in Portogallo e tiene corsi e masterclasses in tutto il mondo (Francia, Taiwan, Brasile, Stati Uniti e Canada). Dal 2010 insegna violino barocco alla Schola Cantorum Basiliensis in Svizzera.

Manuel GranatieroTRAVERSIERE Manuel Granatiero
18-21 agosto

Nato a Napoli nel 1976, nel '91 ottiene il terzo premio al concorso internazionale "MittelEuropa" di Udine. Diplomatosi nel 1994 nello stesso anno ottiene il "Premier Prix" all'unanimità della giuria al corso di perfezionamento triennale dell' "Accademia del flauto Italiana" sotto la guida di R.Guiot. Continua i suoi studi in flauto moderno con Alain Marion (Académie de Perfectionnement d’été, Nice), Irena Grafenauer (Mozarteum di Salisburgo) ed Angelo Persichilli (Accademia di S. Cecilia, Roma). Nel 1998 inizia lo studio del traversiere con L.Pontecorvo. Nel 1999 viene ammesso al "Conservatorio Reale di Bruxelles", dove studia il flauto barocco e classico con Barthold Kuijken e Marc Hantai. Qui si diploma con distinzione nel 2004.
Oggi suona con alcuni tra i migliori ensemble specializzati su strumenti storici, sia come solista che come prima parte: Gli Incogniti (A.Beyer), Academia Montis Regalis (A.De Marchi), Accademia Bizantina (O.Dantone), Australian Chamber Orchestra (R.Tognetti), Les Talens Lyriques (C.Rousset), Holland Baroque Society, Ensemble Philidor (Mira Glodeanu), Ensemble Cordia (S.Veggetti), solo per citarne alcuni. Suonando con loro ha avuto l'opportunità di conoscere molti musicisti e si è esibito in alcune delle sale più importanti del mondo.
Ha registrato dischi per Deutsche Grammophon, Decca, Naive, Deutsche Harmonia Mundi, Zig Zag Territories, Dinamic, Virgin Classique, Atma Classique, Radio 3 e Stradivarius. E' uno dei fondatori dell'ensemble Accademia Ottoboni. L'ultimo CD registrato con Accademia Ottoboni e dedicato alla musica da camera di L.Boccherini (Outhere-Music Zig-Zag Territoires) è stato premiato con il Diapason D'Or come migliore registrazione del 2015 nella sezione "Baroque Instrumental".
Insegna flauti storici al Conservatorio di Perugia.

Marco CeccatoVIOLONCELLO Marco Ceccato
18-21 agosto

Ha iniziato lo studio del violoncello all’età di nove anni. Dopo aver completato gli studi accademici convenzionali con J.Shultis, T.Campagnaro e D.Geringas, si è specializzato nello studio della musica antica presso la scuola di Musica di Fiesole e la Scuola Civica di Milano, effettuando corsi e Master Classes con J. Christensen, A. Bernardini e G. Nasillo.
Nel 2002 entra a far parte dell’Orchestra Barocca e Classica Academia Montis Regalis, diretta da A.De Marchi, con il quale inizia una stretta collaborazione. In quegli anni entra in contatto con il violinista E.Onofri e la violinista francese A.Beyer con la quale nel 2006 fonda l’ensemble “Gli Incogniti”. Il sodalizio con la violinista francese porterà alla pubblicazione di moltissime incisioni discografiche anche come solista premiate dalla critica internazionale. Nel 2004 fonda l’Accademia Ottoboni ed inizia un lungo ed intenso periodo di attività artistica che lo porterà a collaborare con moltissime personalità del panorama internazionale come J.Savall, R.Alessandrini, J.E.Gardiner, G.Antonini, E.L.Banzo e violinisti come G.Carmignola, A.Beyer, E.Onofri, M.Kraemer e R.Minasi.
Nel 2014 il disco delle sonate di Vivaldi per violoncello e b.c. inciso per Outhere viene premiato con il Diapason d’or e l’Editor Choice di Gramophone ed è disco del mese sulla rivista tedesca “Toccata”. Recentemente ha pubblicato sempre per Outhere un disco interamente dedicato a L.Boccherini premiato anch’esso con il Diapason d’or. Dal 2007 è titolare della cattedra di violoncello barocco presso l’università di Oporto.
Attualmente collabora come primo violoncello con Les concert des Nations, diretto da J.Savall, con R.Alessandrini e con l'ensemble Gli Incogniti, diretto da Amandine Beyer.

Francesco CortiCLAVICEMBALO Francesco Corti
18-21 agosto

Nato ad Arezzo in una famiglia di musicisti, studia Organo e Clavicembalo presso i conservatori di Perugia (W. van de Pol), Ginevra (A. Fedi) e Amsterdam (B. van Asperen). Si vede assegnato il primo premio assoluto al XVI Concorso J. S. Bach di Lipsia nel 2006 ed un secondo premio al concorso di musica antica di Bruges nel 2007.
Come solista e in formazioni da camera, suona in alcune delle sale più famose al mondo, fra cui il Concertgebouw di Amsterdam, il Konzerthaus di Vienna, il Bozar di Bruxelles, il Mozarteum e la Haus für Mozart di Salisburgo, la Tonhalle di Zurigo, la salle Pleyel e la salle Gaveau di Parigi, ed è invitato regolarmente da Festival come il Festspiele e la Mozartwoche di Salisburgo, Il Bachfest di Lipsia, il Festival di Musica Antica di Utrecht e il Festival Radio France di Montpellier. La sua attività concertistica lo porta ad esibirsi in tutta Europa, negli Stati Uniti, in America Latina, Estremo Orinete e in Nuova Zelanda.
Dal 2007 è continuista e solista in seno a Les Musiciens du Louvre, diretti da M. Minkowski, con cui ha partecipato a numerose tournée e incisioni, e con cui ha eseguito concerti solistici di Bach, Händel, Haydn e Mozart. Dal 2015 dirige regolarmente questo Ensemble, in un repertorio che va da A. Scarlatti a Mozart. È inoltre invitato come direttore da Ensemble come Holland Baroque Society e la Nederlandse Bach Vereniging.
Come continuista, è chiamato a far parte di ensembles specializzati come Le Concert des Nations (J. Savall), il Bach Collegium Japan (M. Suzuki), Les Talens Lyriques (C. Rousset), l’Ensemble Zefiro (A. Bernardini), Harmonie Universale (F. Deuter), ma anche di orchestre moderne come la London Symphony Orchestra, la Orchestra of the Royal Opera House di Londra, la Filarmonica della Scala e i Wiener Philharmoniker.
E’ stato accompagnato in concerti solistici dall’Orchestra del Mozarteum, dal Combattimento Consort, dalla Camerata Zürich, l’Ensemble Pulcinella, dall’Orchestra da Camera di Mantova, dall’Orchestra Milano Classica e dall’Orchestra Barocca di Lipsia.
La sua discografia comprende Suites di L. Couperin, le Partite di J. S. Bach, i quartetti con pianoforte e il concerto K. 488 di Mozart (registrati con il pianoforte originale del compositore, conservato a Salisburgo) e un disco di sonate di Haydn.
Insegna regolarmente in masterclasses in Europa, Asia e America. Dal 2016 è professore di clavicembalo e basso continuo alla Schola Cantorum Basilensis.

Marco BeasleyCANTO RINASCIMENTALE Marco Beasley
dal 23 al 27 agosto

Nella sua personalità convergono la scanzonata anima napoletana, la gioia di vivere e di fare musica e il desiderio di confronto con il mondo della poesia e della letteratura.
In lui convivono qualità molto diverse: la purezza chiara e inconfondibile del timbro; la tecnica particolarissima, frutto di studi personali e ricerche storiche; il gusto per la parola sia colta che dialettale; la predisposizione naturale alla comunicazione e all'espressività partecipe. Tutte si traducono in una varietà di toni e di registri, in un approccio musicale trascinante dove la gioia, l'irriverenza burlesca, sanno cedere il posto ad uno stile elegiaco e solitario, intimo e toccante.
Dal canto gregoriano alla polifonia, dalle frottole cinquecentesche ai mottetti, dal "recitar cantando" alle grandi canzoni napoletane fino alla reinvenzione dei generi in chiave moderna: l'eccezionalità della voce e dell'espressività, la sensibilità e l'estro personali, rendono sempre nuova la sua interpretazione, permettendogli di eseguire una gamma vastissima di generi musicali.
Marco Beasley è nato a Portici, vicino Napoli, nel 1957. Durante il periodo dei suoi studi musicali all'Università di Bologna, mentre approfondisce la sua conoscenza dei due fulcri stilistici dell’epoca tardo rinascimentale, il “recitar cantando” e la polifonia sacra e profana, comincia una intensa attività concertistica che lo porta presto a esibirsi nelle sedi più prestigiose, dal Mozarteum di Salisburgo al Concertgebouw di Amsterdam, all'Accademia di Santa Cecilia in Roma o al Lincoln Center di New York.
Autore di testi, cantante e attore, lascia dopo trent'anni di attività Accordone, il gruppo da lui fondato nel 1984, decidendo in questo modo di intraprendere una strada ancora più personale, autonoma, non più legata al nome dell'ensemble. Le sue ricerche sull'emissione vocale e sulla comprensibilità del testo cantato gli sono valsi apprezzamenti sempre più vasti e grande seguito di pubblico. Nel 2009, il VSCD olandese lo ha candidato come miglior performer dell'anno.

COSTI


ALLIEVI EFFETTIVI :
Quota d’iscrizione:
€ 150 da versare all’atto dell’iscrizione. In caso di rinuncia alla partecipazione tale importo non verrà rimbor-sato.
Quota di frequenza: € 300 da versare in unica soluzione entro la prima lezione presso la segreteria del corso.
ALLIEVI UDITORI :
30 euro a lezione (intesa come possibilità di assistere a qualsiasi lezione di una giornata di corso) oppure 70 euro per assistere all’intero corso (intesa come possibilità di assistere a qualsiasi lezione di ciascuno dei 5 do-centi).
N.B.
La quota di frequenza comprende il pernottamento gratuito in camere multiple (max 5 persone) presso strut-ture nel centro di San Quirico d’Orcia. Preghiamo i partecipanti di segnalare all’atto dell’iscrizione se deside-rano o meno usufruirne. Per coloro che desiderano sistemazioni diverse, si prega di contattare il festival che li aiuterà a trovare la soluzione più conveniente.


MODALITÀ DI ISCRIZIONE:
Per ritenersi iscritto e convalidare la prenotazione del proprio posto occorre:
- Compilare l’apposita SCHEDA DI ISCRIZIONE online (inserendo nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo, recapiti telefonici, codice fiscale, breve curriculum)
- Specificare il CRO del bonifico corrispondente alla quota di iscrizione
La mail che ne risulterà costituirà l’iscrizione formale al Corso e l’impegno a versare la quota di frequenza.
Le domande d’iscrizione dovranno pervenire entro e non oltre domenica 8 luglio 2018


Dati per effettuare il bonifico
Conto corrente intestato a ASSOCIAZIONE MUSICA INSIEME C/O CASINI ANNA RITA, VIA DELLA LIBERAZIONE 5, 53027, SAN QUIRICO D’ORCIA (SI) presso Banca Monte dei paschi di Siena
IBAN: IT 09 F 01030 72020 000000290052
Causale: QUOTA D’ISCRIZIONE - MASTER (nome docente) - NOME e COGNOME dell’iscritto

SCHEDA DI ISCRIZIONE ONLINE


 
Top